Ti regalo l'arma contro il tuo Golia. Ecco i tuoi cinque sassi: il Rosario, l'Eucarestia, la Bibbia, il Digiuno, la confessione mensile.

Medjugorje 28 agosto 1986

Cari figli, vi invito ad essere in tutto modello per gli altri specialmente nella preghiera e nella testimonianza. Cari figli, io non posso senza di voi aiutare il mondo. Desidero che voi collaboriate con me in tutto, anche nelle cose più piccole. Per questo, cari figli, fate in modo che la vostra preghiera venga dal cuore e che voi vi abbandoniate totalmente a me. Così potrò istruirvi e guidarvi sulla strada che io ho incominciato con voi.Grazie perché avete risposto alla mia chiamata. Altri messaggi


NOTA: Le richieste di preghiera inserite nei commenti sono salvate, ma non verranno visualizzate.

NOTA PER CHI NAVIGA IN QUESTO BLOG: Navigando in questo blog verranno raccolti dati da Google, Blogger e Shinystat (che fornisce il contatore visite). Per legge europea chi naviga in un blog o un sito deve esserne informato.



martedì 26 novembre 2013

La Confraternita del Santissimo Rosario di Maria

I Rosarianti vicino a Maria in Cielo

La Confraternita del Santissimo Rosario fu fondata da Maria Santissima due anni dopo la straordinaria apparizione di Tolosa di Francia, affinché il Rosario fosse non solo un'arma di preghiera personale, ma anche comunitaria.

San Domenico era prigioniero da tre mesi su una nave pirata, quando nella notte beatissima dell'Annunciazione del 1214, una grande tempesta scosse la nave, riducendola ad una zattera: su di essa vi erano San Domenico e il suo confratello San Bernardo, illesi, nemmeno sfiorati dalla pioggia. Ed ecco che apparve la Madonna, preoccupata per la sorte dei pirati peccatori, senza speranza di salvezza. Fondò in quell’attimo, come ultima ancora di speranza, la Confraternita del Santissimo Rosario.
La Madonna del Rosario disse a San Domenico: "Se essi accoglieranno questo ultimo Rifugio di Misericordia del mio Rosario, non saranno ingoiati dalle acque e dall'inferno!" All'invito di San Domenico i pirati accettarono e si salvarono dalle acque raggiugendo la spiaggia, nonostante la tempesta.
Allora la Madonna apparve anche a loro, li confortò e gli restituì la nave, precedentemente distrutta dalla tempesta, lì ancorata miracolosamente vicino la spiaggia. La Madonna, Regina e Madre di Misericordia, accolse nella Confraternita del Rosario i pirati come primi suoi Rosarianti e Musici del Rosario in terra.

Da allora le Confraternite del S. Rosario si diffusero in tutto il mondo, per riunire, come in un unico Rosario di inimmaginabili proporzioni, i Rosari detti dai Confratelli e dalle Consorelle, uniti ai Rosari del Tesoro della Confraternita detti nei secoli precedenti e che costituiscono il Tesoro Spirituale nelle mani di Maria, con il quale Ella può ottenere Grazie immense a vantaggio di coloro che si rivolgono a Lei pregando l’Ave Maria.

Nessun commento:

Posta un commento

Santi Protettori

Santi Protettori